fbpx
Top
MarketingTutorial

5 consigli per la scrittura di un articolo SEO Friendly

articolo seo friendly

Sei alle prime armi nella scrittura di articoli SEO friendly e non riesci proprio a venirne fuori? Scommetto che la faccina del plugin Yoast è sempre ardua da trasformare in un omino verde e sorridente. Nessun problema! Oggi vedremo insieme 5 consigli per la stesura di un articolo SEO Friendly.

1. Individuazione e uso di una Keyword

Per prima cosa, dovrai individuare una keyword, ossia una parola o frase chiave. Nel farlo dovrai chiederti: con quale ricerca voglio comparire agli occhi dei miei lettori? Beh, in questo caso dipende da te ma la keyword dovrà corrispondere esattamente alla query di ricerca più inerente all’articolo ma anche più cliccata. Dovrò essere un misto di questi due fattori.

Esempio

In questo articolo, la keyword SEO è “articolo SEO Friendly”. Avrei potuto inserire più genericamente “SEO” e basta, ma molto difficilmente questo articolo sarebbe comparso nei risultati di ricerca organici; senza contare che in quel caso mi sarei scontrato pure con il pay per click (ossia l’advertising online). Meglio evitare.

uso di una keyword

Una volta individuata, la keyword va usata più volte all’interno del testo per far sì che questo si possa indicizzare, attivandosi poi a seguito una ricerca. Quanto usarla? Non esiste una risposta univoca, perché la quantità consigliata dipende dalla lunghezza dell’articolo: indicativamente io consiglio di usarla 3 volte ogni 300 parole.

Un altro consiglio da tenere a mente è di utilizzare la keyword nel primo paragrafo dell’articolo. In questo modo, Google troverà e indicizzerà più facilmente il testo.

2. Lunghezza dei paragrafi

Un articolo online non è come una pagina di libro. Seguendo questa linea, una delle prime regole da tenere a mente quando volete scrivere un articolo SEO Friendly è spezzare molto il testo. Utilizzate frasi brevi così come i periodi. Se proprio vi piace abbondare con la lunghezza di questi ultimi, non superate le 300 parole. Un altro consiglio è di dividere i paragrafi utilizzando titoli e sottotitoli “header”.

3. Uso di link interni ed esterni

Se ti è possibile, collegati ad articoli scritti in precedenza all’interno del tuo blog. Per esempio, se stai leggendo questo articolo potrà interessarti sicuramente la mia riflessione sull’impatto che la SEO ha nella leggibilità degli articoli.

4. Cura le meta-informazioni

Ossia compila tutte le informazioni relative a “come verrà visualizzata l’anteprima dell’articolo nei risultati di ricerca”. Sto parlando quindi di meta titolo, meta descrizione e slug. Lo slug non è altro che il “pezzo” relativo all’articolo che comporrà URL dello stesso e andrà ad aggiungersi alla parte statica. Nel mio caso, questo articolo sarà sergiodetomi.it/data dell’articolo/articolo-seo-friendly.

Se usi il plugin Yoast, la schermata dove inserire le informazioni comparirà in fondo all’editor di scrittura e avrà un aspetto più o meno simila al seguente:

articolo seo friendly

5. Inserisci l’attributo Alt delle immagini

Ad ogni immagine caricata – sia quelle interne all’articolo, sia quelle di copertina – c’è la possibilità di assegnare un cosiddetto “attributo alt”. Si tratta di un attributo che andrà a dare il significato testuale alla vostra foto, sostituendosi addirittura alla stessa se ci fossero problemi nel caricamento.

Infine, l’attributo alt favorisce l’indicizzazione delle immagini all’interno di google immagini, fornendovi un’ulteriore opportunità SEO.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RESTARE AGGIORNATO/A!

TagsSeo

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *