fbpx
Top
Social

L’amore eterno | Il caso Anne Hathaway e il marito uguale a Shakespeare

Anne Hathaway e Shakespeare

Sulla vita di Shakespeare non si sa molto. La biografia del Bardo è ad oggi una fra le più misteriose della storia. Qualcuno sostiene ch’egli non sia mai realmente esistito ma che le sue opere siano frutto di autori diversi che le raccolsero sotto uno pseudonimo. Un’ottima strategia di marketing per la quale, in caso fosse vero, ci dovremmo congratulare. Di lui troviamo oggi solo i dipinti postumi che ritraggono un giovane dall’accentuata stempiatura e l’orecchino al lobo sinistro. Ma c’è un collegamento particolare tra Anne Hathaway e Shakespeare di cui oggi vi voglio parlare.

Anne Hathaway e Shakespeare

ANNE HATHAWAY E SHAKESPEARE

Non si è potuto fare a meno di notare l’estrema somiglianza con l’attore, produttore e designer di gioielli Adam Shulman, noto principalmente per essere il marito della bellissima Anne Hathaway, alias Cat Woman in “Il cavaliere oscuro”, alias Andy in “Il diavolo veste Prada”, alias La Regina Bianca in “Alice in Wonderland”. Insomma, di sicuro la riconoscerete.

Anne Hathaway e Shakespeare

La carriera

Adam inizia la sua carriera di attore nel 2005 vestendo i panni di Paul O’Bannon nella serie TV “American Dreams”, ma raggiungerà la notorietà nel 2007 quando viene scelto per interpretare il vicesceriffo Enos Strate, nel film “Hazzard – I duke alla riscossa”, adattamento della serie TV fine anni ’70 “Hazzard”. Nel 2014 decide di lanciarsi nel mondo della produzione e insieme a sua moglie Anne darà vita al film “Song One”, uscito nel 2014. Oltre che attore e produttore, Adam Shulman negli ultimi anni è diventato un designer di gioielli, aprendo il James Banks Design, azienda nota per la realizzazione di gioielli personalizzati fatti a mano che hanno abbellito diverse star. Adam e Anne sono sempre presenti nei maggiori eventi di beneficienza.

Reincarnazione o viaggio nel tempo?

Tornando alle somiglianze con il noto poeta, ciò che non passa inosservato non è solo l’aspetto fisico. Un altro interessante dettaglio che ci viene tramandato della vita di Shakespeare è il nome della sua amata moglie: Anne Hathaway. Incredibile, vero? Voi credete nella reincarnazione? Il sommo scrittore ci credeva e in un suo celebre sonetto dedica alla moglie questi versi:

La vita è troppo breve per amarti solo in una, prometto di cercarti nella prossima vita.

Beh, che dire? L’ha ritrovata! Che Shakespeare e Anne Hathaway siano in realtà viaggiatori del tempo come i personaggi della serie TV “Dark”?

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *