fbpx
Top
Viaggi

Cima Rosetta | Escursione e panorama mozzafiato

cima rosetta

Con questo articolo apro il secondo capitolo del mio viaggio a San Martino! Dopo avervi parlato del bellissimo trekking fino al Cristo Pensante sul Passo Rolle, oggi affronterò qualcosa si più soft e panoramico. Mi riferisco a Cima Rosetta, situata a ben 2742 metri di altitudine.

Ma andiamo con ordine, non voglio certo spoilerare tutto subito. Cominciamo dicendo che ci sono due modi per raggiungere cima Rosetta:

  • A piedi, faticando non poco
  • Comodi comodi, con la funivia che vi porta ai piedi della Cima.

Preciso sin da subito che la parte finale del trekking è veramente impervia e richiede l’attraversamento di tratti a strapiombo con tanto di ghiacciai, pertanto è altamente sconsigliato avverturarsi se non si è escursionisti esperti. Per questo e altri motivi (ero reduce da un’altra escursione piuttosto faticosa il giorno precedente) ho optato per la gita panoramica in funivia.

PARTENZA

Si parte dunque da San Martino di Castrozza, quota 1300m circa, prendendo la cabinovia Colverde. Questa vi porterà fino a 2000 metri, con arrivo al rifugio colverde e vista Panoramica sul verde di San Martino e dintorni. Per chi cerca una via di mezzo per non fare una gita esclusivamente panoramica, è possibile raggiungere il rifugio colverde a piedi tramite un tragitto tranquillo e per nulla impervio. Poi si prosegue verso Cima Rosetta tramite funivia. Nella foto sotto, la vista dal rifugio Colverde.

rifugio colverde

VERSO RIFUGIO ROSETTA

Al punto di scambio tra cabinovia e funivia è possibile anche fermarsi per un lauto pranzo al rifugio Colverde. Tuttavia, nel mio caso era ancora mattino presto. Dunque ho proseguito il mio cammino salendo sulla funivia verso Cima Rosetta. Quest’ultima è molto panoramica: un viaggio nel vuoto di cinque minuti in una cabina che tiene circa 26 persone al giro. In questo breve lasso di tempo si passa sopra gli avventurieri esperti che affrontano i ghiacciai nella salita lungo lo stretto e impervio sentiero che porta alla cima.

Il panorama che si apre all’arrivo è incredibile. Se poi si azzecca una giornata soleggiata, il contrasto tra il terreno brullo delle pale e del cielo azzurro crea un’atmosfera surreale.

rifugio rosetta

P.S. specifico che il costo delle due funivie insieme è di 25€ (tutto compreso, andata e ritorno). Se invece optate per la camminata fino alla funivia per risparmiare qualche euro, il costo dovrebbe aggirarsi sui 17€. Dato da prendere con le pinze poi, perché i prezzi comunque sono soggetti a variazioni continue. Dico questo solo per darvi un’indicazione di massima.

DOPO LA FUNIVIA

Arrivati in alto le opzioni sono due: potete scendere verso il rifugio Rosetta, affrontando un bellissimo tratto quasi pianeggiante, sorto nello spiazzo che potete notare nella foto sopra; oppure potete salire verso la Cima Rosetta, affrontando un sentiero battuto e ben visibile che piega abbastanza (essendo comunque breve) per giungere fino ai 2700 metri di altitudine.

IMPORTANTE: la foto qui sopra è un esempio dei tipici “ometti in pietra” che troverete lungo il cammino verso la cima. NON ABBATTETELI! Non si tratta di costruzioni fatte per noia da qualche passante, ma di punti di svolta creati per chi si avventura in giornate con scarsa visibilità. La cima infatti si staglia in un punto dove le nuvole sono spesso di passaggio e tagliano la punta, attraversandola.

Giunti sulla cima, non resta altro da fare che godersi il panorama mozzafiato. Nulla è più alto di voi, vi sentirete padroni del mondo intero per qualche minuto.

vista nei pressi della cima Rosetta

Anche per oggi è tutto da San Martino. Iscriviti alla newsletter per non perdere la prossima escursione sul Blog!

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *