fbpx
Top
Grammatica

Perché non si scrive come si parla?

Perché non si scrive come si parla

Perché non si scrive come si parla? La lingua scritta e quella parlata si svolgono in situazioni comunicative diverse; non meraviglia perciò il fatto che presentino caratteri diversi. Potreste pensare che accade perché, quando scriviamo, abbiamo il tempo di concentrarci e riflettere su cosa dire. In questo caso vi sbagliereste, dato che non è questo il motivo principale.

L’attività dello scrivere richiede in generale una maggiore compiutezza e precisione Infatti, chi produce un testo scritto non può fare affidamento su tutti quei fattori di sostegno che rendono immediatamente comprensibile ed efficace la lingua parlata. Mi riferisco a intonazione, pause, mimica, gesti; scrivendo non può nemmeno controllare, attraverso quello che sarebbe un dialogo diretto con l’interlocutore, se le parole scritte vengono comprese o interpretate nel modo giusto. La scrittura richiede quindi una progettazione e un’elaborazione più accurate, che eliminino eventuali ambiguità o incertezze interpretative.

La maggiore accuratezza è richiesta anche dal carattere di permanenza dello scritto, che dura nel tempo e può assumere un valore storico, letterario, giuridico ecc… contro il carattere provvisorio del parlato, legato a una particolare situazione e destinato a esaurirsi con essa. Per “situazione” intendo quando si parla con qualcuno in luogo e tempo determinati.

COERENZA E COESIONE

Uno degli aspetti più tipici del discorso orale è l’abbassamento, a volte notevole, del livello di coerenza e coesione. La coesione riguarda i rapporti grammaticali e i modi in cui sono collegati tra logo (esempio: il letto in camera è giusto, mentre “in camera letto il” è sbagliato). La coerenza riguarda invece la connessione tra contenuti presenti nel testo (esempio: giovanni accende un fuoco e brucia il cespuglio). L’abbassamento di questi due livelli si spiega con la minore capacità di pianificazione che contraddistingue il testo parlato rispetto a quello scritto.

Mancanza di segni linguistici, esigenza storica, minore capacità di pianificazione. Sono questi gli elementi che insieme differenziano la lingua parlata da quella scritta, o che spesso portano giornalisti e personaggi famosi a commettere le famose “gaffe” televisive. Un esempio?

FRASE PARLATA 1: Purtroppo ogni anno salviamo dalla droga molti giovani

FRASE PARLATA 2: Ogni anno salviamo molti giovani che purtroppo si drogano

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *